Winter Lantern Parade 2020 [ Reportage da Royal Tunbridge Wells ]

0
887

Ultima modifica 7 Maggio 2021

Quasi 5 anni fa mi sono trasferita con la mia famiglia a Royal Tunbridge Wells, una cittadina di meno di 60.000 abitanti immersa nel verdissimo Kent e situata alle porte di Londra.

L’Inverno in Inghilterra puo’ davvero sembrare molto lungo e molto buio, soprattutto per una come me cresciuta a Roma dove l’estate inizia a Maggio e finisce a Ottobre!

Durante il nostro primo freddo e piuttosto umido Inverno, io e la mia bambina abbiamo trovato un volantino che pubblicizzava questa iniziativa e, ovviamente, non ce la siamo fatta scappare.

La nostra prima parata nel 2017 ci ha letteralmente lasciato senza fiato!

Un’intera citta’ si riversava in strada festosa e danzante. Una sfilata ordinatamente inglese in cui ogni partecipante era fiero di mostrare la propria lanterna home-made luminosa e colorata. Davvero uno spettacolo emozionante!
Curiosissima come sempre, mi sono documentata sulle origini e, soprattutto, il significato di questa parata che riusciva a coinvolgere bambini, adulti, negozianti, tutti.

La Winter Lantern Parade nasce nel 2006 con lo scopo di raccogliere fondi per una compagnia teatrale locale, chiamata CREATE, che la organizza.

Qualche anno fa le strade meno centrali della citta’ erano scarsamente illuminate perche’ considerate meno importanti, tanto che le luminarie natalizie non venivano proprio appese. Cosi’ combinando l’idea della luce che trionfa su un altro inverno che si appresta a finire, con le colorate celebrazioni del Capodanno cinese, la sfilata di lanterne coloratissime che danzano a ritmo di bravissimi percussionisti diventa un evento imperdibile in Febbraio. L’evento è così seguito e amato da tutta la comunità che oggi l’intera città viene coinvolta.

Ancora oggi la Winter Lantern Parade viene interamente gestita da volontari, che organizzano laboratori in cui e’ possible creare la propria lanterna da esibire il giorno della parata. Questi laboratori diventano un luogo dove socializzare e condividere esperienze, davanti a una tazza di te’ bollente e una fetta di torta.

Con un piccolo contributo si puo’ acquistare un kit-lanterna, contenente istruzioni, nastro adesivo di carta, legno flessibile pre-tagliato, luci a led da attaccare all’interno della lanterna, carta tessuto e una spugna per rivestire la lanterna una volta assemblata, usando tantissima colla vinilica.

Quest’anno il tema della sfilata e’ stato La Magia.

Nei workshops erano infatti disponibili kits per assemblare fatine, maghi, bacchette magiche e stelle. Scelta la forma il gioco e’ fatto! Non proprio… se come noi scegli di fare un gigantesco gatto!
Meravigliosi volontari hanno aiutato me e la mia super creativa figlia cinquenne, Lavinia, ad assemblare in meno di due ore un bellissimo ed enorme gatto stregato.

Il nostro gattone ovviamente aveva un nome, Luna.

Abbiamo finito di decorare Luna a casa con adesivi, brillantini e una bella coda di finto pelo sapientemente colorato usando tutti i colori dell’arcobaleno.
Il livello di difficoltà era elevatissimo, perchè il mio piccolo curiosissimo unenne, Mr Adriano, voleva partecipare a tutti i costi. O forse voleva solamente assaggiare colla e pompoms. Le sue attenzioni sono state dirottate sulla lanterna dello scorso anno (riciclo e riuso in casa nostra sono un must!), una stella arancione e verde che abbiamo fatto diventare ancora piu’ bella con piume e qualche nastro svolazzante.

Il pomeriggio della sfilata ci siamo riuniti tutti poco prima del tramonto.

L’atmosfera che si respira e’ elettrizzante!
I bambini sono elettrizzati e girano alla scoperta delle lanterne che ci accompagneranno lungo la parata. C’era anche un annunciatore vestito con abiti d’epoca vittoriana che richiamava la gente a raccolta con una grossa campana.

I tamburi in testa alla sfilata iniziano a rullare e si parte!


Ci sono tigri, draghi, gufi, cappelli da cui spuntano conigli, un gigantesco libro di incantesimi e pozioni magiche che ricordano il famoso maghetto occhialuto inglese, Harry Potter.

C’è il castello di Raperonzolo e un Mago alto almeno tre metri che troneggiano nel corteo.

La parata A night of Magic e’ stata letteralmente una serata magica!

Come ogni anno la passeggiata danzante si è conclusa all’interno di uno dei parchi più belli della città chiamato Grosvenor and Hilbert Park.
Uno scoppiettante finale a suon di tamburi, bonghi, djembe, triangoli e tom-tom magistralmente orchestrato dagli Bloco Fogo Samba Band.

L’atmosfera rilassata e gioiosa fa da cornice a una serata speciale per le famiglie.

E’ stata una bellissima esperienza per i miei bambini.
Stare a spasso fino a tardi a ballare in una strada senza macchine insieme alla mamma e al papa’ e’ come vivere un sogno ad occhi aperti!
Sul sito ufficiale si possono trovare tutte le informazioni e le curiosità sulla Winter Lantern Parade e anche bellissime foto e video delle sfilate degli anni passati

Questo e’ invece il link della pagina ufficiale dei superenergici ragazzi Bloco Fogo https://blocofogo.com.

Da Mamma Fra, Lavirocks e Mr Adri per ora e’ tutto.
Alla prossima avventura!

Sono Mamma Fra, la mamma di due super-duper divertenti bambini: Lavinia Iulia di 6 anni e mezzo e Adriano Augusto di 2 anni. Originaria di Roma, ho vissuto nel giardino verde dell'Inghiltetra, il Kent con i miei bambini, il mio fantastico compagno e un enorme pastore maremmano di nome Roma. Siamo da poco tornati in Patria, viviamo a Bergamo e siamo 'Milano addicted'! Ci divertiamo moltissimo insieme, non stiamo mai fermi e ogni passeggiata diventa un'avventura.

Rispondi