Le castagnole, e il Carnevale è più goloso!

0
446
castagnole

Ultima modifica 15 Novembre 2021

Una delle preparazioni tipiche del Carnevale, le castagnole, dolcissime palline fritte e completamente ricoperte di zucchero. Ebbene sì, resterete a bocca aperta!

Secondo me, le castagnole significano da sempre Carnevale! Piccole palline di impasto fritte e poi buttate nello zucchero. Croccanti e morbide allo stesso tempo, golose e peccaminose…odorano di luna park, di pomeriggi in maschera, di giornate felici. Adoro lo zucchero che resta appiccicato alle dita e la doppia consistenza fatta da un’adorabile crosticina esterna e da un cuore morbido e delicato. Chiedete in giro e credetemi nessuno messo davanti ad un piatto di castagnole appena fatte vi saprà dire di no!

castagnole

Che poi non vi sembra già di sentire il profumino?

Noi non aggiungiamo all’impasto nessun tipo di liquore (ormai avrete capito che mi piace stravolgere un tantino la tradizione) ma ci piace insaporirle con l’essenza di vaniglia.

Oggi vi vorrei proporre la ricetta della mia nonna. Seguitemi passo per passo, segreto dopo segreto ed otterrete un risultato degno delle migliori pasticcerie!

Uno dei miei primi consigli è quello di utilizzare per la frittura l’olio di semi di girasole che vi garantirà un fritto “leggero”. Il mio secondo consiglio poi è quello di non scaldare troppo l’olio ma di mantenerlo all’incirca sui 170/175 gradi (meglio poi se utilizzerete la friggitrice). Ultimo consiglio, friggete le castagnole poco per volta, massimo 4 o 5, in modo da poterle gestire al meglio e sopratutto controllare la cottura minuziosamente.

Cosa aspettate? Prepariamole insieme!

Tempo di preparazione: 5 minuti + 30 minuti di riposo dell’impasto + 15 minuti di cottura

Ingredienti:

  • 190 grammi di farina bianca 00
  • 1 uovo grande
  • 50 grammi di burro
  • 50 grammi di zucchero semolato
  • Una fialetta di essenza di vaniglia
  • Un cucchiaio di latte
  • 7 grammi di lievito per dolci vanigliato
  • Buccia di un limone grattugiata
  • Olio di semi di girasole per la frittura
  • Alcuni cucchiai di zucchero semolato per la finitura

Procedimento:

Formate la classica fontana con la farina precedentemente setacciata con il lievito. Aggiungete al centro l’uovo, lo zucchero, il burro sciolto leggermente in microonde per renderlo morbido (morbido, non fuso!), il cucchiaio di latte, la buccia di limone e l’essenza di vaniglia. Mescolate per bene fino ad ottenere un panetto ben amalgamato e liscio. Lasciate riposare l’impasto avvolto nella pellicola per evitare che si secchi, a temperatura ambiente e per circa trenta minuti .

Una volta trascorsa la mezz’ora formate le palline con l’impasto (non dovranno essere troppo grandi, al massimo dovranno pesare 12 grammi).

castagnole

Scaldate l’olio (se non avete la friggitrice andrà benissimo anche una pentola, l’importante è che l’olio ricopra interamente le castagnole). Mi raccomando tenetelo ad una temperatura di massimo 175 gradi altrimenti rischierete di ottenere delle castagnole bruciate all’esterno e crude all’interno.

Cominciate poi a friggere aggiungendo poco per volta le vostre castagnole (massimo 4 o 5 per volta). Lasciate cuocere per due minuti per lato o comunque fino a quando non saranno ben dorate. Scolatele e posizionatele su della carta da cucina in modo che perdano l’olio in eccesso.

Lasciatele intiepidire e poi tuffatele nello zucchero semolato!

Buona preparazione.

Rispondi