L’ABC della cura orale: come insegnare la corretta igiene orale ai vostri bambini

Ultima modifica 22 Gennaio 2020

Una volta diventati genitori tra le vostre priorità ci saranno sicuramente la salute e il benessere dei vostri bambini.

Insegnargli fin da piccoli a prendersi cura della propria igiene orale è fondamentale per evitargli fastidiosi problemi in futuro.

Questo sempre, sia che i vostri bimbi siano sani, sia che soffrano di particolari patologie come il diabete, considerato il legame esistente tra diabete e cura dei denti.

Come genitori, oltre a curare la loro alimentazione, dare il buon esempio e portarli regolarmente dal pediatra e al dentista.

Potete prendervi cura del loro sorriso e della loro serenità, occupandovi della salute della loro bocca finché sono piccini e insegnandogli le buone pratiche per pulire denti e gengive una volta che saranno cresciuti.

In questo modo potranno imparare a prendersi cura da soli della salute dei propri denti e delle proprie gengive, facendo diventare le operazioni di pulizia un normale passaggio della loro routine di igiene quotidiana.

L’ABC della cura orale: come insegnare la corretta igiene orale ai vostri bambini

Ecco quindi qualche suggerimento per insegnare una corretta igiene orale ai vostri figli, che potrà essere utile anche per la vostra cura orale personale.

igiene orale bambini

Anche i neonati devono lavarsi i denti?

Non proprio, non solo perché non ne sono in grado, ma anche perché i loro denti si trovano ancora all’interno delle gengive.
Intorno ai sei mesi inizieranno a spuntare i primi denti da latte. Già prima dello spuntare del primo dentino, però, è bene cominciare ad occuparsi della salute del cavo orale dei vostri figli. Compito che, ovviamente, spetterà a voi genitori.

Finché saranno neonati è bene pulire le gengive dei vostri bambini con una garza umida o con una salvietta dopo l’allattamento. Questo per evitare che i batteri che causano la placca e le carie possano accumularsi e danneggiare le gengive.

Inoltre, se il vostro bimbo non viene allattato al seno, per evitare il proliferare della cosiddetta carie da biberon, dopo ogni poppata è bene pulire le gengive e togliergli il biberon. Questo senza lasciare che lo tengano in bocca per lunghi periodi o peggio che si addormentino con il biberon in bocca.

Allo spuntare dei primi dentini, dovrete continuare con le operazioni di pulizia.
Magari introducendo anche per la prima volta il dentifricio, al fluoro e pensato apposta per i bambini, usandone ridottissime quantità.

L’ora di lavarsi i denti

I vostri figli cresceranno rapidamente e a partire dal sesto anno di età gli saranno caduti tutti i denti da latte che verranno via via rimpiazzati dai denti permanenti.

In questa fase, quando hanno già la loro bella dentatura con i dentini primari, è bene cominciare ad insegnarli come e quando ci si lava i denti, in modo che possa diventare un gesto naturale una volta che saranno cresciuti.

igiene orale bambini

I nostri consigli per far sì che imparino a lavarsi i denti bene e volentieri sono questi:

  • Portateli con voi al supermercato a comprare il loro primo spazzolino.

Fateglielo vivere come un momento importante, facendogli scegliere tra le varie tipologie adatte alla loro età, e presentategli il lavarsi i denti come il loro primo gesto da adulti.

  • Mostrategli come si fa e fatelo insieme.

Per insegnargli a lavarsi i denti nel modo corretto assicuratevi di spiegarglielo bene e date il buon esempio, avendo anche voi la stessa cura nella vostra igiene orale quotidiana.
Può essere divertente mostrargli come si usano spazzolino, dentifricio, scovolino, filo interdentale e collutorio.  Fare il gioco delle imitazioni, in modo che apprendano anche la tecnica e i movimenti corretti da fare.

Chiaramente la cura orale dei vostri bambini si perfezionerà con la loro crescita.
Potrete introdurli all’uso del filo interdentale e dello scovolino una volta che avranno tutti i denti permanenti e sarà necessario provvedere a pulire con cura anche lo spazio interdentale.

  • Stabilite i momenti della giornata in cui lavarsi i denti.

È importante che i vostri bambini capiscano che per evitare l’accumulo di placca e l’insorgere delle carie. I denti devono essere puliti dopo i pasti principali, quindi almeno tre volte al giorno.

Scegliete quindi dei momenti precisi della giornata in cui tutti i membri della famiglia dovranno lavarsi i denti, senza fare eccezioni.
Importante far passare almeno trenta minuti dalla fine del pasto, per evitare di danneggiare lo smalto dentale.

Maggiore cura dovrà esserci la sera prima di coricarsi. 
Utilizzando anche il collutorio e il pulisci lingua, per evitare che durante il sonno i batteri proliferino, creando danni di cui si pagheranno le conseguenze in futuro.

Bambini diabetici e igiene orale

Per i bambini diabetici apprendere le basi di una corretta igiene orale è ancora più importante, perché esiste un legame forte tra diabete e problemi dentali.

In particolare l’accumulo di placca interdentale è una delle prime cause dell’insorgere di infezioni gengivali, che possono sfociare in patologie più gravi, come parodontiti e gengiviti, e causare il sanguinamento e la lacerazione delle gengive.

Questo può fare entrare nella circolazione del flusso sanguigno dei batteri nocivi.

Questi batteri oltre a causare danni a organi e tessuti mettono in moto la naturale risposta immunitaria dell’organismo, che rende più problematica la misurazione dei livelli di zucchero nel sangue. In questo modo aggravano le normali problematiche già connesse al diabete, in particolare al diabete mellito di tipo 1 che si manifesta nei bambini.
Per mettere al sicuro la salute dei vostri figli affetti da diabete da questi rischi, una corretta igiene orale è la prima forma di prevenzione.

Importante è anche un costante monitoraggio dei loro livelli di glicemia e una terapia studiata con il vostro medico di fiducia per rinforzare le loro difese immunitarie e curare la loro alimentazione

Rispondi