Ferragnez: il caso della minigonna hot

Ultima modifica 4 Settembre 2018

Non vogliamo parlare del matrimonio dei Ferragnez.

Del resto hanno già scritto tutto loro. I diretti interessati, gli attori protagonisti.
Senza alcuna esclusiva. Tanto i soldi scendono giù a pioggia ugualmente a suon di post. Altro che scoop di una volta.

Tutto direttamente dalla fonte ufficiale. Tutti taggati, nominati, hashtaggati in tempo reale su tutti i social del pianeta. Facebook, twitter, instagram tinder vimeo e chi più ne ha più ne metta.

Il matrimonio dei Ferragnez quasi al pari di quelli dei reali di Inghilterra insomma.

Ma a noi piaceva di più commentare altre foto, altre questioni.
Per la precisione una questione scatenata da un dettaglio di una foto.

oltre i ferragnez

La protagonista però è la stessa. Miglior attrice femminile del momento. Chiara Ferragni.
Che giusto un paio di settimane prima del sì aveva postato una foto di lei (ma và), pronta a promuovere un outfit.

D’altronde è il suo mestiere.

In pochi anni il suo blog The Blonde Salad è diventato punto di riferimento che manco Anne Wintour nel suo periodo migliore.

Ed eccola, bionda più che mai. A Ibiza (maddai!). Coi capelli appena shampati della più nota marca. In posa plastica super studiata. Con un micro gonnellino in latex (mi pare) Versace che in confronto Naomi Campbell negli anni ’90 con la stessa firma indosso sembrava un’educanda.

A oggi la foto in questione pubblicata sul profilo Instagram della signora Ferragnez in microgonna ha ottenuto un milione di visualizzazioni. E 20mila commenti.

oltre i ferragnez

Non tutti rispettosi a dire la verità.

Il popolo del web infatti si è scatenato, dividendosi tra detrattori e adulatori. Molti l’hanno insultata. Dicendole che era un abbigliamento che non poteva permettersi. Che era ai limiti del porno, troppo audace, eccetera eccetera.

I più libertini sostenevano che una mamma e una signora non potesse andare in giro conciata così.

Che poi magari la Ferragni in giro così non c’è mai andata. Chissà quanto le avranno dato per pubblicare quella foto e noi ancora qui a criticare.

Magari non piaceva neanche a lei.

Noi abbiamo voluto dire la nostra sul caso Ferragni. E, se ce ne fosse bisogno, difenderla.

Non che i Ferragnez ci stiano simpatici sempre e comunque. Ma in questo caso ci sentiamo di andare contro gli insulti sessisti in primo luogo.

oltre i ferragnez

Chi lo dice che una ragazza, anche se mamma, anche se sposata (o quasi sposa) non possa pubblicare una foto che a nostro parere non ha nulla di volgare?

Si, certo, la gonna è essenziale.

Ma a lei sta bene. È il suo mestiere. Immaginiamo che sappia dove e quando indossarla.

E comunque in giro quanto a gusto e stile c’è di peggio.

Personalmente trovo che stia meglio lei in questa foto che non il marito in canottiera, cappellino e bermuda XXXL da giocatore di basket, se proprio vogliamo parlare di moda.

Se una giovane donna indossa una minigonna nessuno deve sentirsi autorizzato a insultare.

ferragnez

E a quelli che hanno scritto chiedendole di evitare quelle mises per amore del suo fidanzato risponderei che i tempi del delitto d’onore sono finiti parecchi anni fa. E che se ci scandalizziamo per un pezzettino di pelle che si vede non siamo autorizzati allora a criticare, estremizzando l’argomento, chi difende il velo islamico. Tutte storie da Medio Evo insomma.

E infatti di strada, come sempre, ce n’è ancora da fare.
Noi nel frattempo, gonna o non gonna, auguriamo una vita felice ai neosposi Ferragnez.
Sperando di vedere in futuro più gonnelline in latex, meno insulti sessisti, e meno tatuaggi sul collo di Fedez!

Rispondi